.
Annunci online

homo quisque faber ipse fortunae suae
moda
9 giugno 2009
Social Network...

Sono giorni che m’interrogo sui social network, sulla famelica volontà e necessità di rimanere in contatto, ma poi l’unica risposta che riesco a darmi, guardandomi attorno, è che c’è una tale ipocrisia in quello che si scrive finalizzata solo all’apparire.
Chiaramente nessuno penserebbe mai di mostrarsi per quello che è, nessuno ha il diritto di conoscermi e conoscerci fino in fondo, e allora troppo facile nascondersi dietro espressioni, canzoni, parole che denotano la parte di noi, anche se incazzati neri, migliore.
Io sono incazzato, sono depresso, sono fortemente deluso da tutto e da tutti, ma mai mi sognerei di scrivere qualcosa tipo “andatevene a fanculo tutti…”, sarei troppo visibile e non farei una grande figura.
E allora mi chiedo perché mettere da parte questo mio spazio, che per un periodo lungo della mia vita mi ha tenuto compagnia!? E’ qui che ho pianto, ho riso, ho sofferto, mi sono confidato, mi sono arrabbiato e tutto nel massimo rispetto di tutti, senza offendere nessuno… perché qui ci devi venire a posta, non basta connettersi e scoprire che tizio ha detto questo e caio ha pubblicato quest’altro!
Insomma chiamatela nostalgia, chiamatela come volete, ma qui mi sento meglio… decisamente!




permalink | inviato da pieroblog il 9/6/2009 alle 20:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
17 dicembre 2007
..che tempo fa?
La morsa del freddo non ha risparmiato nessuno, neanche la mia caldaia!!
..è terribile lavarsi o meglio farsi la barba con l’acqua ghiacciata.
E se dovesse essere un inverno pari a nessun altro?
Non ci voglio pensare..

Buona settimana a tutti ;-)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. freddo ghiaccio caldaia scoppiata

permalink | inviato da pieroblog il 17/12/2007 alle 9:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
SOCIETA'
11 dicembre 2007
..chi violenta chi??

 

Ieri si è aperto a Roma presso la sede centrale dell’Istat, il Global Forum on gender statistics.
Ha fatto notizia quanto riportato dalla suo direttore centrale Luca Sabbadini: "Se si considerano gli stupri avvenuti in Italia, il 69% sono opera dei partner, mariti o fidanzati, solo il 6% di estranei. Se anche considerassimo che di questi autori estranei il 50% sono immigrati, ciò vorrebbe dire che si arriverebbe al 3% degli stupri, se anche ci aggiungessimo il 50% dei conoscenti al massimo si arriverebbe al 10% del totale degli stupri opera di stranieri", ma io non sono del tutto convinto di questi numeri!!
Un 6% che potrebbe arrivare al massimo al 10%, ma tra quel 69% di conoscenti quale distribuzione di nazionalità abbiamo? E delle quote sui crimini taciuti?
Non voglio essere un discriminatore razziale e soprattutto sono d’accordissimo nel denunciare un’informazione che passa in pessimo modo “gli stupri per le strade sono ad opera di immigrati”, ma forse è necessario un quadro un po’ più dettagliato che non due numeri buttati li..




permalink | inviato da pieroblog il 11/12/2007 alle 8:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
politica interna
7 dicembre 2007
..chi gli fa la multa??

Mi lamentavo tempo fa di mancanza d’insegnamenti dell’educazione civica nelle scuole in generale.
Sebbene io sia un fumatore che ha apprezzato moltissimo la legge antifumo nei locali pubblici, poiché la ritengo frutto di un alto senso civico nei confronti di chi non ha questo vizio, ieri mi sono indignato moltissimo nel leggere quanto pubblicato su “la Repubblica” a pag. 2.
[Si torna a fumare al Senato nonostante i divieti. Nuvole di fumo accolgono nelle aule e i corridoi anche quelli che del no smoking avevano fatto la loro battaglia. I portacenere, scomparsi da Montecitorio, fanno bella mostra di sé in ogni angolo di Palazzo Madama…]
…ora mi chiedo: ha senso ancora lamentarsi, se i padri genetici di leggi restrittive e campagne pubblicitarie volte a prevenire il tabagismo, sono i primi a non rispettare i divieti posti nei palazzi della politica del nostro paese!?

SOCIETA'
14 novembre 2007
..e allora??

Una giornata difficile da interpretare; da un lato le istituzioni che con una votazione si giocano la poltrona, dall’altro il popolo indignato, offeso, triste che partecipa commossa al o ai tanti, troppi funerali!!

..io che ho sempre preferito scegliere tra bianco e nero, le sfumature di grigio mi incupiscono, oggi non so che fare!?




permalink | inviato da pieroblog il 14/11/2007 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
SOCIETA'
9 novembre 2007
Donazione Organi

Stamane nel mentre facevo colazione, la tv ronzava qualcosa su la campagna di comunicazione del Ministero della Salute, quella con la bella ragazza dalle guanciotte rosse “Pane, Amore e Sanità”.. la ricordate? Ci sono 6x3 un po’ ovunque..
Sinceramente non ho capito molto la polemica, forse riferita ad un’immagine falsa dell’infermiera o dell’operatore sanitario tipico italiano, ma questo mi è bastato per andare sul sito del Ministero per spulciare sulle varie campagne di comunicazione fatte negli anni.
C’è tutta una serie d’informazioni, ma la cosa che più mi ha rallegrato è stato il poter trovare il video sulla campagna delle donazioni degli organi.. E’ fantastica; questo bambino che gioisce per il volo del suo aereo radiocomandato e poi la disgrazia, l’invidia, il dispiacere doppio, l’altruismo, la speranza, ed ancora la gioia!

Io non faccio parte di nessuna associazione per la donazione di organi, ma tutti sanno che se dovesse succedermi qualcosa, possono utilizzarmi per intero.. Ricordatelo anche voi lettori!!

SOCIETA'
7 novembre 2007
Studentessa dell'Erasmus

Esistono tre verità: quella reale, quella determinata dagli inquirenti, quella mediatica. Nel delitto di Perugia della ragazza inglese studentessa del progetto Erasmus, la prima ancora non è nota, la seconda è al vaglio delle ipotesi, la terza nel giro di pochissimi giorni è cambiata almeno tre volte.. Aggressione, delitto passionale, giochi sessuali, la ragazza è passata da vittima oggetto a vittima soggetto partecipante di strani giochi; ora la dichiarazione che lei era di sani principi, e che forse si è ribellata con forza a possibili richieste di stravaganti prestazioni.
Io credo che il pubblico, famelico di verità, ha tutti i diritti di sapere, ma questa stravagante esigenza quasi fisiologica di conoscenza, deve sottostare prima di tutto al diritto dell’individuo, vivo o morto che sia!

Lasciamo che questa ragazza riposi in pace da semplice studentessa, e non che debba morire più e più volte ancora..

teatro
29 ottobre 2007
il ciclone

Il mio, è un paese molto piccolo.. non succede mai nulla. Ma la settimana appena finita, ha permesso che si trasformasse in uno qualcosa di diverso.
Siamo rientrati, come location, in un progetto della Comunità Europea per l’incontro-formazione di quattro compagnie teatrali. Un crogiolo d’identità, lingue differenti che si mescolavano ai dialetti ormai quasi dimenticati, una presenza costante per le vie del centro storico che mancava da troppo tempo.
Balli, musiche, teatro, storie.. odori, saperi, colori.. piacere, bellezze, simpatie e antipatie..
Insomma un evento fuori dalla quotidianità!

..benvenuti e grazie a quelli de “il ciclone”.




permalink | inviato da pieroblog il 29/10/2007 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sentimenti
25 ottobre 2007
..e il tuo colore??
Gabrielo, non fa altro che usare colori per descrivere stati d’animo, salutare, sorridere e far sorridere, e giusto qualche giorno fa a qualcuno è venuta l’idea di darsi un colore.
Da bambino mi sentivo molto celeste-blu, poi nell’adolescenza boh.. non ricordo di un colore su tutti, ma forse perché la mia vita non era colorata! Questo colore l’ho ritrovato qualche tempo fa, un arancio misto tra il rosso del fuoco e il giallo del sole.. si oggi mi sento molto arancione ;-)


..e tu di che colore ti senti??

SOCIETA'
27 settembre 2007
..essere "distanti"!!

Nella giornata di ieri, a causa d’interventi programmati sull’energia elettrica, sono stato lontano da ogni tipo di connessione per più di 6 ore. Questo mi ha generato disorientamento, ansia, apatia.
Avevo la consapevolezza di essere “distante”, ma nonostante ciò non sono riuscito a gestire emotivamente questa situazione. I miei gesti erano compulsivi tutti diretti a scoprire “la luce”, senza considerare il desiderio di leggere chi aveva provato a mettersi in contatto con me!
Ad ogni modo non tutti i mali vengono per nuocere perché questa situazione, mi ha portato a riflettere sulla cecità in genere.. Ho immaginato cosa si provi a perdere la vista, e questo mio comportamento al pari, mi è sembrato del tutto ingiustificato!
Forse disorientamento, ansia, apatia, si ripropongono nella salsa, ma la differenza è che io sapevo di riconnettermi non più tardi della sera, per la sopravvenuta cecità non è dato sapere se mai ci sarà una sera o se quanto distante essa sia.
Insomma alla fine dei giochi ho capito che, forse la nostra croce è molto più leggera di quanto noi possiamo immaginare.. riflettiamo!!





permalink | inviato da pieroblog il 27/9/2007 alle 12:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
TECNOLOGIE
6 settembre 2007
ladri d'indentità

Insulti, poi accuse e ancora insulti, ed io lì a leggere di cose non commesse.. immagino che siano le stesse sensazioni che provano gli imputati innocenti! Ma come per la giuria che deve tenere in considerazione i fattori ambientali, l’altra persona partiva da fatti e non da supposizioni..
La sociologia oggi si sta occupando del fenomeno degli avatar, second life ha portato il problema alla ribalta, una doppia vita costruita su misura.. d’accordissimo nel provare a sdoppiarsi, lo facciamo in messenger creandoci un nik, lo faccio nel creare un indirizzo mail cercando d’inventarci delle cose stravaganti, lo facciamo a volte anche presentandoci al prossimo, ma poi perché arrivare a rubare un’identità!?
Come si fa ad appropriarsi di una personalità che non è tua? Magari puoi usare il mio nome, ma poi guardando dalla finestra e volgendo al cielo lo sguardo, cosa pensi, cosa provi? ..e poi abbracci, baci, ami come me?


Non nascondo la mia identità.. a te chiedo solo di scoprirla!!





permalink | inviato da pieroblog il 6/9/2007 alle 12:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
SOCIETA'
27 luglio 2007
lumache da corsa

E’ adesso che le vacanze sono iniziate per parecchi di voi, cominciamo con i rimbambiti che riempiono le strade, con gli esaltati delle due ruote, con gli uffici pieni di gente che impreca per l’assenza di addetti, con i vuoti del cannocchiale..
Il Cis dice di non fare l’autostrada e tutti percorrono le consolari.. risultato: in autostrada si viaggia e sulle strade statali si lumacheggia!!

Cavolo anche il treno va più lento del solito.. quando arriva settembreeeeeeeeeeeee!!





permalink | inviato da pieroblog il 27/7/2007 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sentimenti
19 giugno 2007
..titolare dei propri sogni!?

I cerchi concentrici generati dalla caduta di un masso nello stagno, la cipolla che è fatta a più strati, la torta millefoglie o anche le lasagne, ed ancora il movimento della vite, la spirale; solo pochi esempi per indicare la multidimensionalità degli oggi, i più strati o anche i più stadi..

E allora la società, il noi nella società, il noi nella nostra persona!

Qual’è l’ultimo vestito, l’ultima pelle, l’immagine di noi che poi rimane impressa sulla carta fotografica!? Si ha la possibilità di avere una seconda possibilità!?

Possiamo noi vivere in bilico, lunga quella sottile linea che divide il sano dal marcio!? E poi cos’è davvero sano o marcio!?

Rifugiarsi in un mondo può voler dire sognare..

..possiamo allora essere ancora titolari dei nostri sogni!?




permalink | inviato da pieroblog il 19/6/2007 alle 14:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
TECNOLOGIE
31 maggio 2007
una finestra sul mondo

Quanto può essere importante l’alfabetizzazione informatica a 70 anni!?
In prima battuta può sembrare un eufemismo, ma se poi succede davvero, non un pensiero si comincia ad avere ma mille possibili risvolti.
Ho uno zio in Francia, di poco meno di 80 anni, che da qualche anno ha iniziato a mandarmi sms.. qualche mese fa mi ha comunicato di aver acquistato un pc.. due giorni fa ci sono arrivate le sue prime mail!! ;-O (..non mi meraviglierei di vederlo tra qualche giorno in webcam!!).

..altro che salvavita Beghelli!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alfabetizzazione anziani e web

permalink | inviato da pieroblog il 31/5/2007 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
diritti
1 maggio 2007
CGIL CISL UIL

Diretta Rai3 sul concerto-istituzione a Roma; ora di cena, quindi intervento dei tre segretari delle tre organizzazioni sindacali organizzatrici, e cosa ti vedi negli stacchi sul pubblico!? ..damigiane di ogni ordine e tipo con poche gocce ancora sul fondo, nel bel mezzo di una denuncia contro le morti bianche!!
E’ chiaro che di sindacale-politico-ideologico hanno ben poco questi gesti.. è chiaro che: “ma cosa cazzo ci stanno capendo ste’ persone, e soprattutto sanno cosa vuol dire “precariato”??
Vabbè, meglio che cambio canale..




permalink | inviato da il 1/5/2007 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sentimenti
1 maggio 2007
turn off the life, almeno per oggi..

Ce ne sarebbero di cose da dire sul 1 Maggio, ma mi soffermo su di una riflessione che facevo stanotte tornando a casa. Quando ancora non lavoravo, insomma con molto tempo libero a disposizione, partecipavo a manifestazioni, al concerto in P.zza S. Giovanni a Roma, a gruppi di discussione; oggi, e questo mi succede da un po’ di anni, aspetto questo giorno perché giorno di non lavoro! Un po’ come il weekend dopo una settimana difficile.

Che cavolo mi sta succedendo!? Oggi sono scazzato più che mai.. Mi urta tutto; le persone che mi circondano, i conoscenti, gli “amici” e anche quelli che si professano tali senza il mio consenso!

Piero, turn off the life.. almeno per oggi.





permalink | inviato da il 1/5/2007 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
CULTURA
24 aprile 2007
Totò vs Io

Una radio, un programma condotto da tre speaker, un ospite telefonico, il tema: la creatività.

In fin dei conti si è tutti un po’ creativi fai da te, ma c’è chi lo è o lo è stato in maniera più geniale e chi invece ha preferito cavalcare l’onda.. ed ecco che mi viene da pensare ai comici, agli artisti; ci si ispira a Totò a Charlie Chaplin, ad Andy Warhol o anche a Keith Haring, ma poi ha davvero senso pensare o parlare di creatività solo riferendosi a questi grandi maestri!?

Ciarlatani o riflessivi, rumorosi o silenziosi, attivi o passivi si è tutti un po’ creativi.. ;-)

 




permalink | inviato da il 24/4/2007 alle 16:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
spettacoli
28 marzo 2007
Passione Vivente Arce

Nessuno scandirà il tempo di questa storia
o le darà una voce meglio della nostra gente
se non l'ha ripetuta pari volte almeno
tra i lutti delle guerre e i solchi amari

La rievocazione della Passione e Morte del Cristo il giorno del Venerdì Santo, è sicuramente la manifestazione più rappresentativa del mio paese. Dal 2003 l’evento è biennale e quest’anno, si ripeterà!

Sembrerà strana la frase che ho riportato, tra l’altro slogan della rappresentazione, ma io che vi partecipo da quando avevo 13 anni, sento forte questo richiamo.

Ho ripercorso tutta la carriera militare, da semplice tamburino a soldato, da pretoriano a sottuficiale, e da qualche anno ricopro il ruolo di ufficiale romano.

Non altre parole userò per descriverla, qui altre notizie, ma un caloroso invito a venirla a vedere. Vi aspetto!!




permalink | inviato da il 28/3/2007 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (40) | Versione per la stampa
SOCIETA'
15 marzo 2007
E-mail Addiction

In qualche post fa, scrivevo dello shopping compulsivo; oggi mi riallaccio alle patologie compulsive e vi parlo dell’E-mail Addiction”.

L'e-mail dà la possibilità di mandare un messaggio, una battuta, scritti in tono colloquiale, come se il destinatario fosse lì davanti oppure lunghe lettere, frutto di elaborazioni e piene di pensieri articolati e complessi. Non c'è bisogno di carta e penna, la realizzazione dell'intenzione comunicativa è praticamente immediata. Il messaggio viene inviato quasi alla stessa velocità del pensiero al punto che "mandare un pensiero" non è una metafora, ma, letteralmente, quello che sembra accadere.

Ma che cosa succede quando l'uso della posta elettronica arriva ad essere un'ossessione, un chiodo fisso divenendo disfunzionale per la vita dell'utente? Si parla di e-mail addiction. La dipendenza da e-mail si può definire come una forma di possibile abuso del web e può essere considerata nel range dei cosiddetti disturbi comportamentali.
[T.Cantelmi] "..con un clic si annullano le distanze geografiche e culturali, la persona prova una sorta di onnipotenza virtuale e crede così di poter sviluppare diversi aspetti del sé..".
Ovviamente parlando in termini oggettivi la posta elettronica non induce cambiamenti biochimici, quindi non si può parlare di dipendenza in termini strettamente medici o fisici, ma psicologici. Si possono verificare situazioni di abuso che nascondo difficoltà interiori, l'e-mail infatti solo apparentemente facilita il contatto con gli altri. In realtà garantisce esclusivamente protezione emotiva; la distanza fisica consente un risparmio dei sentimenti ed evita di metterli in gioco direttamente.

…controllare più e più volte al giorno la casella postale, vuol dire forse scappare? Mah… malato o no, io la controllo molte volte al giorno e se non lo faccio, percepisco disagio!




permalink | inviato da il 15/3/2007 alle 13:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
TECNOLOGIE
14 marzo 2007
Egosurfing

Tornando al discorso dell’era tecnologica, ove sembra che tutto debba funzionare per programmazione di una centralina, mi viene da pensare, forse perché ho letto delle cose qua e là, ai possibili disagi psicologici che tale condizione può provocare all’essere umano.
Il termine “Egosurfing” viene utilizzato per descrivere l'atto di inserire il proprio nome in un motore di ricerca web al fine di valutare la propria presenza e rilevanza su Internet. Il termine, che deriva dall'inglese (to surf = navigare) e che è entrato nell'Oxford English Dictionary nel 1998, viene utilizzato anche nell'ambito della cultura Internet italiana. Inoltre con Egosurfing si può indicare l'atto di valutare congiuntamente l'importanza del proprio nome e del proprio sito web o blog.

Ora, io che ho battezzato il mio blog per l’appunto con il mio nome, debbo considerarmi solo un po’ egocentrico o anche affetto da qualche disturbo?

E voi, quante volte utilizzate Mister Google, per ricercare l’incidenza del vostro nome?




permalink | inviato da il 14/3/2007 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 

piero747@hotmail.com

colafrancesco@email.it


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

io

agosto 2004


settembre 2006

agosto 2007

luglio 2010

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

il mio volontariato



La nostra Sottosezione


11 febbraio 2000


gennaio 2006

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

le mie origini



Arce (FR)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ode alla Vita 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

Pablo Neruda

*****

La vostra gioia è il vostro dolore senza maschera, e il pozzo da cui scaturisce il vostro riso, è stato sovente riempito dalle vostre lacrime.
Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potrete contenere.
quando siete gioiosi, guardate nella profondità del vostro cuore e scoprirete che è proprio ciò che ieri vi ha fatto penare a darvi gioia, e quando siete tristi, guardate ancora nel vostro cuore e vedrete che state in realtà piangendo per quello che ieri vi ha dato godimento.

Khalil Gibran

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il mio libro preferito

Un aviatore e' costretto da un'avaria ad atterrare in pieno deserto: 
sabbia, solitudine, e sopra il suo capo le stelle... 

Ma, ad un tratto, una voce: "Mi disegni, per favore, una pecora?" ...

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

DISCLAIMER
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. I commenti anonimi saranno cancellati. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne le rimozione.